Torneo regionale individuale di scacchi,

Il torneo regionale individuale di scacchi, svoltosi a Lucia sabato 15 dicembre, ha regalato una bellissima soddisfazione ai due nostri alunni partecipanti, entrambi qualificatisi per la fase finale nazionale. Si tratta di Yelizaveta Lazareva (IV classe), che si è classificata al quarto posto del torneo per alunni fino ai 12 anni di età, e Mihajlo Paukovič (VIII classe), che ha vinto brillantemente il primo posto del torneo per alunni fino ai 15 anni di età.
Un torneo di scacchi è sempre un’esperienza sportiva ed umana molto particolare ed avvincente. Si inizia con un po’ di insicurezza e di timore, talora dubitando delle proprie capacità. Gli avversari, prima di iniziare a giocare, sembrano giganti insuperabili, così forti, preparati e sicuri di sé. Ma poi inizia il primo turno, i pezzi vengono disposti in ordine sulla scacchiera: gli eserciti sono pronti a muoversi sul campo di battaglia, secondo gli ordini del proprio comandante. La sfida inizia, gli orologi prendono a scandire ogni attimo del gioco, le mosse si succedono l’un l’altra, le paure si diradano lasciando il posto alla concretezza delle varianti. Ci si rende conto che chi abbiamo di fronte non è molto diverso da noi: anche lui ha le sue debolezze e le sue esitazioni. Nessuno è imbattibile.
Se lo ricorderà bene il nostro Mihajlo, che forse non si aspettava di vivere una giornata così trionfale, raggiungendo il primo posto senza perdere nemmeno un incontro. Il primo turno è abbastanza agevole: dopo un’apertura ordinata arriva il vantaggio, che porta ad un finale vincente con una torre in più. La seconda partita inizia con più difficoltà. Mihajlo va in confusione e perde un pezzo, svantaggio che normalmente è decisivo; ma lui non si arrende, resiste, lotta e lo svantaggio si trasforma in vantaggio. L’avversario si blocca, scuote la testa, perde una torre e poi un alfiere. Arriva così il secondo punto su due. La terza partita è contro un potenziale pretendente per il primo posto, uno che sembra sapere il fatto suo ma che in apertura non approfitta di un errore di Mihajlo ed inizia a giocare per il pareggio, cambiando tutti i pezzi leggeri ed entrando in un finale bloccato. Nessuno dei due giocatori vuole rischiare: patta accordata. Con due punti e mezzo su tre, Mihajlo capisce che non ci sono più ostacoli troppo grandi, così prende fiducia e vince brillantemente le ultime due partite, con sicurezza e confidenza. È un grandissimo risultato, che dimostra come nello sport gli ostacoli e le paure, se affrontati correttamente, possono diventare dei trampolini dai quali ottenere soddisfazioni indimenticabili. Perché il vero successo, quello ottenuto con fatica e impegno, è un valore prezioso che porteremo sempre con noi stessi.
Complimenti vivissimi anche a Lisa, il cui quarto posto nel torneo under 12 non è assolutamente da sottovalutare, dal momento che il livello tecnico della competizione è stato probabilmente superiore a quello degli under 15.
Concludiamo pubblicando la quinta partita di Mihajlo, quella che sancisce la sua vittoria finale.

Cenčič, Emanuel – Pauković, Mihajlo 0-1
1. e4-e5
2. Ac4-Cc6
3. Dh5?!
Cercare il matto del barbiere obiettivamente non è mai una scelta consigliabile, perché il nero può facilmente difendersi in modo efficace, lasciando la donna bianca in una posizione abbastanza infelice.
3…-g6
4. Df3-f5?!
Era meglio giocare Cf6 oppure Df6, con sostanziale parità.
5. exf5-gxf5?
Qui il nero, con l’intermedia Cd4, avrebbe creato seri problemi al bianco, che avrebbe dovuto riportare la donna in d1 per non perdere materiale, lasciando comunque al nero il completo controllo del centro.
6. Dxf5?!
Era molto meglio Dh5+, con vittoria quasi forzata a seguire.
6…-Cge7??
L’errore fatale, che offre il fianco al matto in f7!
7. Df7#

scacchi sabato 6scacchi sabato 6scacchi sabato 6scacchi sabato 6scacchi sabato 6scacchi sabato 6

Collegamenti utili

riceassafemet2dizionariopos 01oderasmus

© 2017 Scuola elementare Dante Alighieri Isola. All Rights Reserved. Powered by DESET.